DAloisioRobertoAvvocatoTERMOLI – Ha risposto al Gip del Tribunale di Larino durante l’interrogatorio di convalida dell’arresto e viene scarcerato con obbligo di firma.

A comparire oggi davanti il magistrato, assostito dal suo avvocato di fiducia, il penalista Roberto D’Aloisio, un trentunenne del posto, arrestato due giorni addietro dalla Polizia per spaccio di droga a seguito del sequestro di 283 grammi di marijuana essiccata, suddivisa in buste e barattoli di vetro, 1,5 grammi di hashish, materiale per il confezionamento in dosi, due bilancini di precisione, un’agenda con appunti per la coltivazione dell’”erba”, la somma di 150,00 euro.

Gli agenti, inoltre, durante la perquisizione di un garage pertinenziale, hanno rinvenuto, nascosta dietro ad alcuni scatoloni, una parete in legno con una porticina che consentiva l’accesso in un locale retrostante attrezzato a “serra idroponica” con 4 piante di marijuana dell’altezza di circa 60 – 80 cm, in fioritura  e del peso netto complessivo di 800 grammi.