M5StelleMolise2018
M5stelle Molise, bandiera blu e questione depuratore: diretta video
TERMOLI – A Termoli esiste un allarme di tipo ambientale: la raccolta differenziata e la depurazione delle acque. Incentreremo tutta la nostra azione dal livello comunale passando per la Regione fino alla Camera e Senato per ridare a Termoli il ruolo che merita, quello di Porta del Molise”. Lo ha detto Valerio Fontana, neo consigliere regionale del Movimento 5 Stelle nel corso di una conferenza stampa svoltasi davanti il depuratore del porto alla presenza di tutti e sei i neo consiglieri della Regione Molise, del senatore Fabrizio Ortis e del consigliere comunale locale Nicola Di Michele.

 
“Se guardiamo il disciplinare dell’assegnazione delle bandiera blu – ha proseguito Fontana -, ci rendiamo conto che è un check-up che riguarda il turismo e l’ambiente. Se guardiamo il Porto e le condizioni della banchina e del “triangolo” con la stagione balneare, non è accettabile e sarà oggetto delle nostre prime azioni”.

Per quanto riguarda il mancato riconoscimento delle Fee, sottolinea:Ho l’elenco delle bandiere blu dal 2015 ad oggi. Nel 2015 a Termoli venivano assegnate due vessilli: uno per il lungomare nord e l’altro per Rio-Vivo, il tratto a sud. Nel 2016 Rio-Vivo la perde e viene assegnata solo a nord. Questo avrebbe già dovuto essere un importante campanello d’allarme. Ma così non è stato. Nel 2017 viene confermata solo al tratto nord di spiaggia fino ad arrivare ad oggi che Termoli non ne ha nemmeno una. Vorrei accendere i riflettori sulla spiaggia a sud, considerata come se fosse di serie B ed invece ha enormi potenzialità”.

Per Andrea Greco “Termoli sarà al centro delle nostre attenzioni”. “Sin da subito perché qui si è perso già troppo tempo e non ce lo possiamo permettere dato che la stagione balneare è alle porte. Una parte del porto è chiusa ed inaccessibile per cui per l’imbarco delle Tremiti c’è solo un’altra strada che costeggia i pescherecci e si creeranno non pochi disagi così come le opere di dragaggio del porto partiranno a ridosso della stagione balneare e questo era un fatto che doveva essere scongiurato in ogni modo. Comporterà molti disagi entrare in porto che una draga che sta operando, non sarà semplice”.