23.3 C
Comune di Termoli
domenica, 05 Lug 2020

Saverio Metere

Saverio Metere è nato a Termoli il 23 settembre del 1942. Vive e lavora a Milano dove esercita la professione di architetto libero professionista. Sposato con Lalla Porta. Ha tre figli: Giuseppe, Alessandro, Lisa. Esperienze letterarie. Oltre ad interventi su libri e quotidiani, ha effettuato le seguenti pubblicazioni: Anno 1982: Lundane da mazze du Castille, Prima raccolta di poesie in vernacolo termolese; anno 1988: I cinque cantori della nostra terra, Poeti in vernacolo termolese; anno 1989: LUNDANANZE, Seconda raccolta di poesie in vernacolo termolese; anno 1993 da Letteratura dialettale molisana (antologia e saggi estetici–volume primo); anno 1995: da Letteratura dialettale molisana (antologia e saggi estetici–volume secondo); anno 2000: I poeti in vernacolo termolese; anno 2003 (volume unico): Matizje, Terza raccolta di poesie in vernacolo termolese e Specciamece ca stá arrevanne Sgarbe, Sceneggiatura di un atto unico in vernacolo termolese e in lingua; anno 2008: Matizje in the world, Traduzione della poesia “Matizje” nei dialetti regionali italiani e in 20 lingue estere, latino e greco.

La cinquantena!

Abbiamo bisogno di mettere in campo nuovi valori per non tornare come prima, valorizzare il nostro vasto territorio ridando fiducia all’uomo con iniziative che interessino la collettività.

…matizje!

E come concludere questo canto disperato se non con dei versi che danno l’esatta situazione drammatica che tutto il mondo sta vivendo!?

La cacciata dal Tempio

La terra è diventata una spelonca di ladri

Arresti domiciliari!

Ai tempi del coronavirus la libertà è vigilata.

Fino al 3 aprile, speriamo non sia un pesce d’aprile in ritardo di due giorni!

A pahure fá 90! L’Italia è sott’assedio di un nemico...
104 ARTICOLI
0 Commenti

myNews

oliobenedetto