Termoli Olympia2016
Città di Termoli. Olympia Riccia: 0 a 2 ( Galleria Fotografica)
TERMOLI – Doveva essere una partita casalinga tranquilla per il Termoli ed invece il match contro l’Olympia Riccia si è trasformato in una bolgia infernale. In assoluto, una delle partite più brutte del campionato per la compagine giallorossa e non tanto per la sconfitta – ormai gli incontri casalinghi sembrano tutti una sorta di “lotteria”- ma per l’eccessivo nervosismo e la svogliatezza che alcuni calciatori hanno espresso in campo.

Dall’inizio la partita è stata spigolosa e fallosa, con un gioco concentrato prevalentemente nella metà campo e spezzettato. Nella ripresa la fallosità è progressivamente aumentata ed inevitabilmente sono fioccati cartellini gialli, fino a giungere all’espulsione del difensore Scarpone. 
L’allenatore Precali ha faticato molto nel tentare di mettere ordine e frenare alcune animosità dei suoi giocatori ma è sembrato evidente che alcune sue indicazioni sono state purtroppo disattese.

Le partite si possono vincere e si possono perdere, questo fa parte del gioco, ma c’è modo e maniera. Per alcuni calciatori il professionismo è evidentemente lontano e il campo non può certo diventare lo sfogatoio di frustrazioni e caratterialità che non hanno nulla a che vedere con il buon calcio e la sportività.

Per la cronaca l’Olympia Riccia ha vinto 2 a 0, o meglio, il Termoli ha perso, tecnicamente e moralmente. In fondo la compagine ricciana non ha fatto nulla di che, però non si è scomposta ed ha atteso il momento giusto a circa un quarto d’ora dal finale di partita per passare con Del Zingaro e raddoppiare qualche minuto dopo con Morsillo.

Da menzionare una bella traversa su punizione da parte di Polzella e un paio di buone occasioni mancate per Koffi, sicuramente i migliori in campo tra i giallorossi. Attendiamo la prossima partita che si giocherà nuovamente al Cannarsa e il mister Precali avrà il suo bel da fare per imbastire  la squadra da mettere in campo, ormai decimata da svincoli e da espulsioni.