CapitaneriaPortoTERMOLI – Esercitazione congiunta oggi in mare a Termoli della Capitaneria di porto con l’intervento di una componente del Servizio Regionale del 118 composta da un medico ed un infermiere. L’esercitazione pianificata dalla Capitaneria di Porto di Termoli, su coordinamento della Direzione Marittima di Pescara, pone come obiettivo quello di perfezionare e rendere maggiormente fluide e speditive le procedure di salvaguardia della vita umana in mare e soccorso.

Nello specifico la sala operativa della Guardia Costiera di Termoli ha organizzato, a seguito dell’ammaraggio di emergenza simulato di un velivolo con due persone a bordo impiegato nel prelievo di acqua di mare per finalità legate alla lotta antincendio, l’imbarco di personale specializzato del 118 su una motovedetta classe SAR – ricerca e soccorso – della Guardia Costiera. L’unità ha effettuato uno schema di ricerca tipizzato, calcolato in relazione ad una serie di fattori quali le dimensioni dell’oggetto da individuare, l’azione del vento e il moto del mare, solo per citarne alcuni. 
L’esercitazione svolta, oltre a consolidare l’addestramento del personale intervenuto, ha consentito uno scambio di esperienze e competenze tra Guardia Costiera e Servizio Sanitario Regionale del 118: una simbiosi proficua a vantaggio del cittadino e di tutti i fruitori del pubblico uso del mare che in estate, per piacere o per lavoro, frequentano le spiagge e il nostro litorale costiero e marittimo italiano.