MONTENERO DI BISACCIA – Un nutrito gruppo di dirigenti e amministratori dell’Idv Molise unitamente a oltre 200 iscritti molisani, con una lettera, ha chiesto a gran voce a Cristiano Di Pietro di tornare sui suoi passi e di rientrare nel partito dell’Italia dei Valori. Di Pietro Junior si era autosospeso dal partito a seguito del ricorso al Tar di Cosmo Tedeschi, esponente del partito di Isernia, che chiedeva un riconteggio delle schede per una diversa assegnazione dei seggi nell’elezione del nuovo consiglio regionale. Tedeschi, in particolare, ha contestato l’assegnazione di un seggio a Campobasso e non ad Isernia.

Ora, alla luce del congresso nazionale che ha visto l’elezione del segretario Ignazio Messina e che ha rappresentato un segnale di rinnovamento, i firmatari del documento hanno sottolineato la necessità che anche in Molise, possano essere create quelle condizioni di rilancio dell’azione politica. “Un’attività alla quale – hanno scritto – non può più far venire meno il suo importante apporto, non potendo dimenticare le iniziative portate avanti dai banchi del Consiglio regionale che hanno contribuito in maniera determinante al declino dell’era Iorio e che hanno rappresentato in pieno il cambiamento di rotta ed il rinnovamento.

Non è un caso se l’Idv, nelle zone interessate dalla sua azione politica, ha dato sempre prova di straordinaria forza elettorale. Quella base con cui si è sempre confrontato democraticamente, ha bisogno, oggi più che mai, del suo impegno all’interno dell’ente Regione, ma anche e soprattutto all’interno del partito”.