TERMOLI _ “L’Amministrazione provinciale, per quanto di sua competenza, non rilascerà nessuna autorizzazione per lo svolgimento di attività legate alla ricerca di idrocarburi in mare”. La secca presa di posizione del Presidente della Provincia Nicola D’Ascanio arriva dopo la presentazione da parte della società “Petroceltic Italia” delle nuove domande di pronuncia di compatibilità ambientale agli uffici competenti dell’Ente e propedeutiche allo svolgimento di attività successive ad una prima fase di ricerca di idrocarburi al largo della costa adriatica.

Voglio ribadire che l’integrità del nostro territorio e del nostro mare, nel quale ricomprendo naturalmente anche le isole Tremiti, non per sollevare estemporanee rivendicazioni territoriali ma per la loro preziosità e per il loro obiettivo ruolo potenziale nello sviluppo sostenibile ed eco-compatibile delle attività turistiche molisane, vengono prima di tutto. Risorse che vanno tutelate e valorizzate e non lasciate alla mercè di chicchessia. Ritengo doveroso – continua D’Ascanio – continuare a puntualizzare che la nostra regione e la nostra provincia producono un surplus di energia con le due centrali turbogas piazzate nel Basso Molise, la selva delle pale eoliche selvagge ed anche con la non trascurabile quota idroelettrica.

In questa fase c’è bisogno di una nuova consapevolezza rispetto a quello che vogliamo fare del nostro territorio per creare sviluppo e dare possibilità ai nostri giovani. Per la verità – conclude il Presidente – i segnali di risveglio su molti temi pubblici non solo ambientali che provengono dalle associazioni e dai cittadini che si organizzano in comitati in cui si discute e si prendono iniziative intelligenti e proficue mi lasciano ben sperare. Se i livelli politici e istituzionali molisani credono di poter restare inerti e silenti di fronte alle emergenze che ci sono, fatti loro… Bisogna reagire alla deriva dell’oblio che ha intorpidito il Molise negli ultimi anni”.

Articolo precedenteA Montecilfone questa sera prima edizione della “Festa del Ritorno”
Articolo successivoAumento prezzo della farina, la Confcommercio lancia allarme