molisecinCASACALENDA – È argentino il cortometraggio internazionale vincitore di Molisani nel mondo. Short food movie, la sezione competitiva di MoliseCinema 2015 organizzata con la collaborazione della Regione Molise, Ufficio Molisani nel mondo. Per la regia di Lucila Iaizzo, il corto “Amore a la molisana” è una divertente storia sentimentale che si svolge tra cibo e memoria delle origini. 

Tra i cortometraggi in concorso provenienti dall’Italia, la giuria ha premiato “Il dono” della regista di origine molisana Ilaria Jovine (nipote dello scrittore Francesco Jovine), dedicato all’antica leggenda sull’origine dell’olio molisano. Dallo stesso corto è stato tratto anche lo spot “C’è una lunga storia dietro”.
Una menzione speciale è andata a X-lies del regista Nicola Macolino, originario di Santa Croce di Magliano e residente in Inghilterra.
Il concorso Molisani nel mondo-Short food movie è stato ideato sulla base della partnership che MoliseCinema ha stretto con il progetto di Expo Short Food Movie, realizzato da Fondazione Cinema per Roma e Centro Sperimentale di Cinematografia, e che ha raccolto centinaia di corti di 1 minuto sui temi dell’alimentazione che sono ora visibili sulla grande installazione del Padiglione zero di Expo.

Obiettivo del concorso è stato creare, attraverso il cinema, un ponte tra il Molise e i suoi emigrati che conservano vivi i valori e i ricordi della loro terra. Al concorso hanno partecipato lavori provenienti da tutto il mondo e realizzati da autori soprattutto non professionisti di origine molisana. Il tema scelto per la competizione è quello dell’Expo 2015, il binomio cibo-vita, con un’attenzione particolare alla tradizione alimentare molisana, ai piatti tipici, agli antichi sapori, alle pratiche agricole sostenibili e alle contaminazioni tra luoghi d’origine e luoghi di destinazione.

I corti vincitori saranno premiati durante il Festival MoliseCinema, in programma dal 4 al 9 agosto a Casacalenda. Inoltre, verranno proiettati a Milano sabato 18 luglio in occasione della settimana molisana

dell’Expo.