NoTrivTremitiISOLE TREMITI – Una catena umana “abbraccia” San Domino. Circa 300 i manifestanti di cui una metà in acqua ed altri su imbarcazioni si sono posizionati attorno alla principale isola delle Diomedee in una catena umana per dire un forte “no” alle Trivellazioni in adriatico. Tra le 14 e le 15 di oggi pomeriggio è andata in scena la manifestazione che ha visto riuniti nell’arcipelago gli amministratori dei 4 comuni della costa molisana, molti rappresentanti dei centri pugliesi tra cui Foggia, Vieste, Peschici e Manfredonia, oltre a comitati ed associazioni no Triv.

Tra le 14 e le 15 di oggi pomeriggio è andata in scena la manifestazione che ha visto riuniti nell’arcipelago gli amministratori dei 4 comuni della costa molisana, molti rappresentanti dei centri pugliesi tra cui Foggia, Vieste, Peschici e Manfredonia, oltre a comitati ed associazioni no Triv e i rappresentanti del Movimento Cinque Stelle di Termoli.

Da Molise, Puglia ed Abruzzo i manifestanti si sono ritrovati alle 14 nel porticciolo di San Domino da dove in molti si sono tuffati in mare mentre altri sono saliti su imbarcazioni di vario genere. La protesta corale, organizzata dall’associazione “Tremiti punto e a capo”, è terminata alle 15. Quella odierna arriva dopo le mobilitazioni di Lanciano , Manfredonia, Vieste, Peschici e Termoli del 2010 nel corso della quale ci fu un testimonial d’eccezione: Lucio Dalla che, con la sua canzone “Come è profondo il mare”, lanciò un appello in difesa dell’Adriatico.

1 commento

  1. Io, mammeta e tu
    Ti avevo detto dal primo appuntamento, ‘e nun purtá nisciuno appriesso a te, invece mo nu frato, na sora, na nepote. Sola nun staje na vota, ascimmo sempre a tre.
    E m’hai promesso:”Domani chi lo sa…, vengo io soltanto…soltanto con mammá”.

Comments are closed.