depuratoreportoTERMOLI – Acquistano casa in centro a Termoli, la ristrutturano ma non possono abitarci per l’impossibilita di ottenere l’allaccio dell’acqua. È l’ultimo episodio di una lunga serie di disservizi che si trascinano da oltre 2 anni e che non trovano ancora soluzione.

“Non possiamo trasferirci nella nuova casa perché non vengono accettate le richieste di nuove utenze dell’acqua. Siamo praticamente fermi da mesi” dichiara la coppia. In città il problema non accenna a risolversi almeno entro breve tempo.

Il depuratore del porto di Termoli, ormai saturo, non permette nuove utenze per cui le nuove richieste potranno essere evase con l’attivazione del nuovo depuratore di Contrada Sinarca i cui tempi, però, non sono celeri o, in alternativa, con l’utilizzo di quello del Nucleo industriale ma anche in questo caso non è immediata l’evasione delle richieste. Di conseguenza il malcontento sulla vicenda da parte degli utenti non accenna ad affievolirsi. La questione è stata al centro di conferenze stampa dei consiglieri comunali di minoranza ma il problema rimane tuttora pendente ed irrisolto.