Termoli, Polizia di Stato e “Una vita da social” (Foto di repertorio)

TERMOLI – È stato picchiato a sangue da più conoscenti un ragazzo di Termoli di 19 anni per aver scritto un commento su un social media che sembra non sia stato troppo gradito. E così il “gruppetto” di presunti amici hanno deciso di mettere in atto una sorta di spedizione punitiva ai suoi danni.

L’episodio è accaduto qualche notte addietro. Raggiunta la sua abitazione a Termoli, lo hanno atteso sotto casa e poi lo hanno affrontato iniziando a colpirlo con calci e pugni. Il diciannovenne ha cercato di difendersi da solo contro più ragazzi ma è rimasto ferito in maniera seria al volto e in altre parti del corpo.

Condotto al San Timoteo di Termoli a tarda sera, è stato sottoposto alle prime cure. I medici gli hanno diagnosticato fratture al volto. Gli operatori ne hanno deciso il trasferimento nell’ospedale di San Giovanni Rotondo dove si trova ricoverato sotto stretto controllo medico.

Sull’episodio sono in corso le indagini della Polizia di Stato. Gli agenti stanno ricostruendo l’esatta dinamica dell’accaduto.