Il Commissariato di Termoli
TERMOLI _ Oramai da molti anni, il COISP, ha inteso avanzare una campagna di profonda sensibilizzazione circa l’incremento dell’organico del personale della P.S., presso il Commissariato di Termoli, della Polfer, dei distaccamenti della Polizia Stradale di Larino e Termoli, senza per altro tralasciare quello dislocato presso la Polizia Autostradale di Vasto Sud, in agro di Petacciato che svolge attività di prevenzione e soccorso sull’A 14, su ambo le direzioni di marcia, interessando anche tutta la fascia adriatica del Molise. Termoli, è una delle maggiori realtà urbane del medio Adriatico tra le più importanti e strategiche, ove insistono intersezioni stradali ed autostradali

 importantissime, il porto, lo snodo ferroviario, la zona industriale, l’Università, centri commerciali e supermercati, banche, attività commerciali, centri balneari che richiamano ogni anni decine di migliaia di turisti. A questo vadano aggiunti i recenti fatti di cronaca, che insieme ad altri nel passato recente, ancor più cruenti, hanno segnato la cronaca locale e destato la preoccupazione dell’opinione pubblica attraverso gli organi d’informazione.

Senza poi dimenticare, I furti d‘auto e nelle abitazioni, le lite, le risse, le truffe ai danni degli anziani, l’arrivo in massa di cittadini extracomunitari, privi di permesso di soggiorno, i quali prendono d’assalto le spiagge termolesi, con al seguito materiale contraffatto di ogni genere, la cui provenienza illecita produce effetti deleteri per l’economia del paese. Ma la delinquenza organizzata e la microcriminalità deve necessariamente essere combattuta con una maggiore ed incisiva attenzione rivolta necessariamente all’incremento di quel personale della P.S. che da anni noi del COISP chiediamo insistentemente agli organi competenti, evitando di distogliere dal controllo del territorio le Volanti da altri compiti ad essi assegnati quali gli interventi sugli incidenti stradali, che di fatto bloccano le attività primarie, in assenza di pattuglia della stradale, in numero inferiore a quelle che si ritiene necessarie.

E di fatti, che torniamo a chiedere anche al Signor Questore e a tutte le Autorità competenti nonché al nostro Segretario Generale Franco MACCARI, che le aggregazioni promosse durante l’Estate ed in fase di esaurimento di quel personale impiegato della Scuola Allievi Agenti di Campobasso e di altro personale della Questura, vengano protratte sul territorio Termolese e limitrofo, per arginare rigurgiti malavitosi e/o criminali ai quali non dare la possibilità di attecchire o rinnovare azioni o atti intimidatori violenti in una società civile ove il rispetto del diritto e la salvaguardia delle Istituzioni democratiche del paese devono essere sempre salvaguardate. L’ottimizzazione del servizio di prevenzione e controllo del territorio, non si consegue basandosi unicamente sul sacrificio quotidiano dei pochi uomini e donne in divisa , che in ogni condizione di tempo e di luogo agiscono nel rispetto della legge sacrificando tempo ed affetti, nonostante le risorse ad essi assegnati, sempre più contenute. 

La continuità, deve essere la strada maestra e far riflettere tutti,che è giunto il momento di azioni profonde e congiunte per il coordinamento di tutte le Forze dell’Ordine sul territorio evitando polemiche o pretesti velleitari. Deprecabile, sarebbe sciupare ingenerosamente, l’impegno di chi ogni giorno, svolge la propria funzione ed il proprio ruolo in uniforme, evitando strumentalizzazioni di sorta, ma coscienti che l’idea della ragione debba sempre prevalere sull’indifferenza.

SEGRETERIO Provinciale Generale Giuseppe Michele GRIECO