L’Assessore Scasserra
CAMPOBASSO_ Durante l’incontro con Assindustria, Api e Acem,  l’Assessore Regionale Michele Scasserra ha evidenziato la propria posizione in merito alla situazione attuale della regione e dei lavori che concretamente si stanno portando avanti.


“Il mio assessorato – ha esordito Scasserra – non è l’assessorato delle imprese partecipate, dello Zuccherificio o della Solagrital” – in risposta alle critiche del presidente di Assindustria, Edoardo Falcione, preoccupato che la Regione Molise possa interessarsi solo a queste due grandi aziende.

“Io personalmente intendo occuparmi della costruzione delle politiche industriali, della messa a punto di sistemi stabili e a sostegno delle attività economiche della regione, senza alcuna distinzione di settore. Condivido appieno – ha continuato l’Assessore – le preoccupazioni degli imprenditori e delle associazioni di categoria e per questo, sin dal mio insediamento, mi sono messo a lavoro in questa direzione con il supporto di tutta la struttura, del Governo regionale e del Presidente.

Si sta lavorando all’implementazione di una serie di strumenti che mi auguro possano rappresentare un pacchetto integrato da rendere disponibile e fruibile a tutte le imprese del nostro territorio. Temi quali l’accesso al credito, la patrimonializzazione delle imprese, l’innovazione tecnologica, l’internazionalizzazione sono al centro dell’attenzione del Governo regionale” – ha concluso l’Assessore Scasserra.

Nel corso dell’incontro si è riscontrata piena condivisione degli indirizzi in un clima di fiducia reciproca tra le imprese e l’istituzione regionale

1 commento

  1. coerenza
    Se fosse coerente con quello che dice l’assessore si dovrebbe dimettere. Appare evidente che le migliori risorse vengono bruciate per sostenere due imprese partecipate fallimentari. Mentre per tutte le restanti imprese che stanno sul mercato e che sanno fare impresa, no c’è niente. Neanche i pagamenti dovuti nei giusti termini.
    Questa non è politica industriale è assistenzialismo ottuso e inconcudente. L’asessore Scasserra è politicamente inconsistente.