CampolietiSaggio2016TERMOLI – È stato un successo il saggio di fine anno della scuola d’Infanzia “Campolieti” di Termoli, svoltosi nell’auditorium della Chiesa di Difesa Grande lo scorso sabato 4 giugno. I numerosi bambini di 3, 4 e 5 anni si sono esibiti in canti e balli mettendo in scena una coreografia dedicata a “Grease” che ha entusiasmato la platea, affollatissima.

In apertura della manifestazione, Suor Concetta, coordinatrice della struttura didattica, ha introdotto le prime esibizioni dei bambini parlando dell’importanza del percorso svolto nel corso dell’anno, dei progetti effettuati e del valore dei giochi tradizionali, da non dimenticare, poi rappresentanti sul palco dagli alunni di 5 anni, 4 anni, 3 anni e persino dai 2 anni della sezione primavera.
La manifestazione è poi proseguita con una serie di canti accompagnati dalla sapiente chitarra di Nicolino Cannarsa, riuscito appieno a coinvolgere tutti i bambini in canzoni termolesi nell’ambito del progetto dedicato proprio alla termolesità: “Giochi popolari, perle di storia e cultura”.  

Il “cloù” del saggio è arrivato con la coreografia di “Grease”. Gli alunni, abbigliati con jeans e maglietta nera per i maschietti e gonnellino rosso in raso con cerchietto in tinta per le femminucce, hanno letteralmente incantato il pubblico con i numerosi balli dietro la regia delle maestre Giuseppina, Loana, Loredana e Lucia insieme a Christian Falcone ed Angela Lorito. I piccoli hanno anche cantato in lingua inglese durante le evoluzioni a tempo di musica.
Tra applausi dei genitori e nonni entusiasti, flash, risate ed allegria si è conclusa la manifestazione che ha visto l’impegno di tutti la per la perfetta riuscita. 

Il saggio di fine anno della scuola d’infanzia Campolieti è il frutto di una serie di laboratori condotti nell’anno scolastico: di inglese curato dalla docente Maria Antonietta Perazzelli, quello sulla termolesità di Nicolino Cannarsa ed un terzo dedicato all’attività psico-motoria denominato: “il “Ballo un percorso di vita per crescere” di Chistian Falcone e Angela Lorito. 

Siamo giunti al saggio di fine anno della Campolieti che, quest’anno si è arricchita di un nuovo segmento scolastico, la sezione primavera, esperienza che si è rivelata intensa e ricca di soddisfazioni e che ci hanno dato modo di aprirci a nuove sfide e di crescere – ha dichiarato Suor Concetta –. Anche quest’anno è stato affrontato con impegno, entusiasmo e dedizione, cercando di proporre e dare sempre il meglio ai nostri bambini e alle loro famiglie. Innanzitutto è importante ricordare che attraverso il gioco il bambino apprende schemi di azione ed abilità relazionali, sviluppa capacità motorie e cognitive, costruisce un registro comportamentale su cui fonderà lo sviluppo della sua personalità. In particolar modo, i giochi che vengono dal passato e che fanno parte della tradizione, sono ancora oggi fonte di divertimento e socializzazione come risorsa volta a rafforzare l’identità delle popolazioni e la creazione di una comune tradizione”.