Il Tribunale di Larino
TERMOLI – Dopo circa tre anni Aly Soliman, difeso dagli avvocati Gaetano Caterina e Tiziana Colella ottiene giustizia. Il 9 ottobre scorso infatti il Tribunale di Larino, Giudice unico del lavoro, con la sentenza n. 186/13 ha dichiarato il diritto del Soliman ad essere assunto alle dipendenze della Teramo Ambiente alle medesime condizioni normative ed economiche di cui al contratto stipulato con la Molise Ambiente, oltre al pagamento in favore dello stesso delle spese processuali. La sentenza è storica perché rappresenta un importante precedente, il primo a livello nazionale, secondo il quale un accordo stipulato con il vecchio gestore spiega effetti a certe condizioni anche nei confronti del nuovo soggetto appaltante.

In pillole la storia è questa: Aly Soliman, storico sindacalista termolese, viene licenziato dalla Molise Ambiente, la società che gestisce la raccolta differenziata nella città di Termoli, a fine 2005. A seguito di ciò inizia due cause contro il datore di lavoro, una per differenze retributive ed una contro il licenziamento. Nel 2008 nel servizio raccolta rifiuti alla Molise Ambiente subentra la Teramo Ambiente. Nel marzo 2010 a seguito della condanna della Molise Ambiente a pagare al Soliman per differenze retributive circa 25mila euro la società sottoscriveva un accordo con il Soliman nel quale lo stesso rinunciava a quanto dovuto e la società datrice di lavoro revocava il licenziamento irrogato dinanzi alla commissione provinciale del lavoro di Campobasso. Tale decisione veniva tempestivamente comunicata alla Teramo Ambiente che si rifiutava, fino ad oggi, di assumerlo malgrado, scrive il Tribunale, due amministratori della Teramo Ambiente gli avessero garantito l’assunzione dopo la revoca del licenziamento.

Un esito felice quello che ha risolto positivamente la vicenda lavorativa e sindacale di Aly Soliman tanto più importante perché rappresenta un importante precedente per molti altri lavoratori in quei settori dove continuamente a seguito di appalti, cambiano i datori di lavoro, spesso a discapito sempre e solo delle maestranze.

Slai Cobas