SciandraAntonio
Antonio Sciandra
TERMOLI – Che la legge non fosse uguale per tutti nella nostra città lo si percepiva ormai da tempo nell’aria, resa ancora più greve dai mefitici miasmi del depuratore. Ma martedì 5 luglio 2016 se n’è avuta una prova ancora più sgradevole e sfacciata. Un banchetto del PD, che elemosinava firme a favore dello scempio della Carta Costituzionale, deturpava Piazza Vittorio Veneto (Piazza Monumento), contravvenendo palesemente alla delibera di Giunta n. 295 del 05-11-2015 che ne consente l’occupazione, 
per il periodo 01 giugno–14 ottobre e 15 dicembre – 15 gennaio di ogni anno, soltanto per eventi e manifestazioni organizzati direttamente dall’Amministrazione Comunale.


Ci siamo chiesti come mai gli organismi preposti al controllo non fossero intervenuti per ripristinare il rispetto delle comuni regole sul luogo violato, per così venire a scoprire che il Sindaco “per un giorno” di Termoli era diventato il consigliere comunale, nonché segretario del circolo piddino termolese, Antonio Sciandra.

Il neo sindaco, già consigliere, con una semplice richiesta fatta al comando dei vigili urbani e al commissariato di polizia di stato, si è sentito autorizzato ad occupare la piazza violando la delibera della Giunta e prevaricando su tutti gli altri cittadini rispettosi della legge ai quali l’utilizzo della piazza è negato.

Aspettiamo con trepidazione di sapere chi sarà il Sindaco dei prossimi giorni in modo da poter chiedere a Lui di ripristinare la legalità ed il rispetto delle regole, architravi di ogni sistema democratico, venute meno in un afoso giorno di Luglio.

Movimento 5 Stelle Termoli