Le operazioni di recupero della salma nel porto di Termoli

TERMOLI – È di un ragazzo di 27 anni della provincia di Bari, il cadavere recuperato oggi pomeriggio dai Vigili del Fuoco di Termoli con la Capitaneria di Porto e la collaborazione di Stefano Marinucci, operatore portuale del luogo.

La salma, composta all’obitorio di Termoli intorno alle 18, è stata avvistata in mattinata tra gli scogli del porto, all’altezza del depuratore, dietro il muro paraonde. Immediata la segnalazione da parte di alcuni passanti che hanno fatto scattare l’allarme ai soccorritori. Il cadavere trovato in mare era senza vestiti e sul corpo nessun segno particolare è stato rilevato al momento del recupero avvenuto oggi pomeriggio.

Secondo una prima ricostruzione, il ventisettenne sembra si trovasse in spiaggia libera sul lungomare nord per poi tuffarsi in mare senza più tornare a riva. Gli effetti personali del pugliese sono stati trovati sulla battigia a nord della città.
Sono in corso indagini della Capitaneria sull’episodio ma non si esclude, tra le ipotesi al vaglio, un possibile gesto volontario.