myNews.iT - Per spazio Pubblicitario chiama il 393.5496623 Elezioni Amministrative Termoli 2024

CAMPOBASSO _ La  Rappresentanza in Italia della Commissione Europea  ha riconfermato la Provincia di Campobasso quale unico referente sul territorio regionale per le azioni di informazione sull’Europa e le sue opportunità in favore dei singoli cittadini, delle istituzioni pubbliche e private, degli operatori socio-economici, del mondo della scuola  e della formazione attraverso lo sportello dell’Antenna Europe Direct. E’ stato infatti approvato e ammesso a finanziamento il progetto presentato dalla Provincia di Campobasso in risposta al bando della Commissione Europea del settembre 2008,  assicurando così la continuità della azioni già avviate dall’ Antenna Europe Direct, che ha i suoi uffici a Palazzo Magno, sede centrale della Provincia, indicata nel 2007 quale una delle cinque antenne più “virtuose” d’Italia, e dando il via alla nuova progettualità che caratterizzerà i prossimi quattro anni, dal 2009 al 2013.

Sull’importantissimo riconoscimento, che va a premiare il buon lavoro e l’impegno dell’efficiente struttura operativa, l’Assessore alla Programmazione e allo Sviluppo locale Pierpaolo Nagni, nell’esprimere il  proprio  compiacimento, traccia le prossime linee d’intervento dell’Antenna: “Non siamo stati i soli a competere per tale accreditamento,  per cui essere riconosciuti quali unici referenti dell’Unione Europea nel Molise ci rende orgogliosi e consapevoli di dover continuare nel lavoro intrapreso.   Peraltro, sono davvero tante le iniziative che intendiamo  mettere in cantiere assieme a partner consolidati da tempo, a quelli acquisiti da poco e a tutti i soggetti che vorranno condividere con noi le nuove  esperienze che ci attendono.

Credo sia utile comunicare – continua l’Assessore Nagni – che stiamo organizzando un   in occasione della festa dell’Europa il 9 maggio, in collaborazione con il Comune di Campobasso, per la qual cosa avremo  a disposizione le strutture della Cittadella dell’Economia per raccogliere i giovani delle scuole della provincia che si cimenteranno e confronteranno in diverse attività  su temi di rilevanza europea; abbiamo, poi, in programmala prima edizione del Festival del  Cinema europeo in collaborazione con il Comune di Firenze e con le associazioni che sul territorio sono attive nel campo. Riteniamo, inoltre,  particolarmente significativo  il progetto “Le mani esplorano il mondo per conoscerlo e riconoscerlo” che realizzeremo insieme con l’Unione Italiana Ciechi ed ipovedenti – Sezione regionale del Molise –  che ha quale obiettivo prioritario quello di far conoscere ai cittadini, ai genitori, agli insegnanti e agli studenti gli strumenti, le strategie e le tecniche con cui le persone che non vedono accedono liberamente al dialogo tra le persone. Insomma – conclude Nagni –  le idee non mancano e nemmeno l’entusiasmo che ci deriva dal ruolo che ci è stato assegnato, e cioè di  lavorare soprattutto per i giovani”.Nella nutrita agenda dell’Antenna Europe Direct sono previste anche altre iniziative che è utile anticipare:

– il progetto “Legalità ed Europa” in partenariato con il Carrefour Palermo, appartenente anch’esso alla Rete Europe Direct italiana, un Istituto superiore di Palermo e l’ITAS Pertini di Campobasso. Il progetto coniugherà l’Europa al concetto di legalità e di lotta alla mafia,  per contribuire alla conoscenza della normativa comunitaria sul tema, mediante uno studio multilingue  (inglese, francese) dei testi normativi esistenti e l’ausilio di linguaggi di comunicazione creativi (fumetti, brevi filmati, …);

il progetto UEXTE in partenariato con il Punto locale decentrato Eurodesk della Provincia di Campobasso, che consentirà di coinvolgere, mediante incontri interattivi  il maggior numero possibile di giovani per testare la loro percezione sull’Europa e stimolare il dibattito sul futuro e sugli obiettivi che il Parlamento Europeo dovrà porsi nel prossimo mandato quinquennale (ricordiamo che nel mese di giugno si terranno le elezioni per il suo  rinnovo); 

“Consigli provinciali itineranti” che si riuniranno presso alcuni comuni della provincia per parlare di Europa con i residenti;-Un progetto dedicato alle minoranze linguistiche presenti nella nostra provincia.   

Articolo precedenteIl Consigliere regionale Pietraroia ha chiesto al Presidente del Consiglio gli atti relativi a contratti tra Asrem e Luca Iorio
Articolo successivo“Bisogna arginare la disoccupazione dilagante in Molise”. Il Presidente della Provincia sollecita iniziative istituzionali