NoTRivFoggiaISOLE TREMITI – Il presidente della Provincia di Campobasso Rosario De Matteis comunica di condividere le proposte miranti alla salvaguardia del mare adriatico ed è pronto a partecipare attivamente ad ogni forma di opposizione alle trivellazioni. Per questi motivi ieri ha partecipato a Foggia, alla manifestazione organizzata dal vice presidente Cusmai, d’intesa con tutte le province della Puglia, col governatore Emiliano ed una ampia partecipazione di sindaci, amministratori comunali, associazioni della Puglia e regioni che affacciano sull’Adriatico. 

Insieme all’assessore all’ambiente del Comune di Termoli Filomena Florio, al collega di Isernia Lorenzo Coia, – ha dichiarato De Matteis ho inteso dichiarare la nostra preoccupazione per queste trivellazioni che consistono in scellerate esplosioni marine. Il nostro tratto di mare rischia un’aggressione inaudita, che avrà conseguenze sociali, economiche, ambientali, turistiche e soprattutto vedrà un impatto disastroso per le Isole Tremiti. Per questo motivo sono pronto a sostenere il referendum ed ogni forma democratica che mira a scongiurane le autorizzazioni concesse dal ministero. D’altra parte le ricerche sugli idrocarburi e l’eventuale petrolio, non garantirebbe una autonomia di oltre due mesi. Di conseguenza ho manifestato pubblicamente la mia ferma opposizione a questo disegno politico, che non trova alcuna giustificazione”.
 

1 commento

  1. Fallimento Petroceltic
    Su diversi siti di economia energetica si danno notizie sulla avvenuta messa in (s)vendita della Petroceltic, che dovrebbe effettuare trivellazioni in Adriatico: e questo perchè la società è tecnicamente fallita e non ha liquidi disponibili, dato che la gran parte dei suoi pochi crediti sono in lire egiziane. Affidare quindi un’attività onerosa, rischiosa e dannosa ad un’azienda che non avrà più i mezzi tecnico-economici necessari metterebbe in totale ridicolo e discredito la Ministra dell’Economia e tutto il governo: magari mettendo una parolona nell’orecchio del buon Matteo…..

Comments are closed.