PortocannoneCentroPORTOCANNONE – Petizione popolare del comitato cittadino autorganizzato di Portocannone con il sindacato Cub (Confederazione Unitaria di Base) ed il Soa (sindacato operai autorganizzati) per scongiurare la chiusura, preannunciata entro fine maggio, dell’unico sportello bancario presente nel paese, comunità a pochi chilometri da Termoli di 2.500 abitanti che rischia di rimanere completamente privo di servizi.

“Chiusa anni fa la caserma dei Carabinieri e dei Vigili urbani, ora anche uno sportello bancario dell’Unicredit sta facendo la stessa fine – hanno spiegato dal comitato cittadino – l’unico che funge ormai da anni come servizio fondamentale in burocrazie obbligatorie soprattutto per tanti anziani, intere famiglie tra cui compreso l’accredito obbligatorio per l’acquisto dei buoni mensa scolastici dei bambini”.