“Profondere il massimo sforzo affinché la transazione tra la società Fruttagel Scpa e la Regione Molise possa concludersi al più presto sulla base degli accordi assunti nell’estate 2008”. Con queste parole, il consigliere regionale di maggioranza Francesco Di Falco, è intervenuto in merito alla vicenda dell’azienda di trasformazione dei prodotti orto-frutticoli che sorge alle piane di Larino, sulla statale 87 Sannitica. L’esponente di centrodestra ha voluto rendersi conto personalmente delle vicissitudini amministrative e operative, delle aspettative e dei problemi che attanagliano la proprietà, recandosi allo stabilimento giovedì scorso per incontrare il direttore dell’impianto, l’ingegner Pietro Di Paolo.  

Occorre davvero velocizzare le procedure per far diventare realtà quanto iscritto nei documenti che tra la fine del luglio scorso e i primi di agosto videro il governatore Iorio e la dirigenza privata giungere ad una sintesi positiva. Nel solco di quanto già assunto in termini di impegno dall’assessore regionale all’Agricoltura Nicola Cavaliere e dal sindaco di Larino Guglielmo Giardino, entrambi con specifico riferimento ad altrettante partite da chiudere, con in ballo la cessione della proprietà dello stabilimento e l’accordo sul passaggio dei terreni dove dovrebbe essere allocata la nuova linea di produzione, sono certo che le istituzioni regionali, con in testa il presidente della Giunta, non lasceranno cadere in maniera assordante una delle poche reali e immediate occasioni di sviluppo offerte dal territorio, specie in un periodo di crisi così evidente dell’apparato manifatturiero. Ipotizzare che con la definizione della vertenza si possano attivare nuove leve occupazionali per decine di maestranze dovrebbe essere il massimo stimolo per concretizzare questa chance importante per la filiera agricola e anche per tutto il Basso Molise”. Nell’incontro avuto con il direttore di fabbrica, Di Falco si è incentrato ad analizzare i risvolti dell’accordo di programma Molise Agro-alimentare, una piattaforma che solo per Fruttagel innescherebbe ben 9.5 milioni di euro, di cui una cospicua parte a carico della stessa azienda. Una intesa certificata dal Cipe che, a valenza triennale, vede la decorrenza del secondo anno già nel settembre prossimo e, che solo la vendita tempestiva dello stabilimento potrebbe ‘scongelare’. “Chiunque abbia voce in capitolo la spenda in favore di una battaglia di estremo costrutto – conclude Di Falco – è necessario che tutte le famiglie che contano su questo impiego possano continuare a farci affidamento”.   La visita del consigliere Di Falco si è conclusa con una testimonianza di solidarietà diretta ai lavoratori e ai tecnici di laboratorio.                                                                      

                                                                                                 Il Consigliere regionale del Molise

                                                                                                        (Francesco Di Falco)

1 commento

  1. pentito
    ma!….. vai a casa o magari a lavorare, con che coraggio ti presenti e il presidente Iorio ha capito chi manda in giro se è vero che lo fa? non incanti più nessuno …altro che 2400 voti alla prossima 2400…..pedate

Comments are closed.