COLLETORTO – Il Tar Molise ha accolto il ricorso presentato dal Comune di Colletorto e dai genitori degli alunni della Scuola secondaria di primo grado del paese contro la decisione dell’Ufficio scolastico regionale di costituire una pluriclasse tra la prima e la seconda. Con ordinanza cautelare 139/2014, i giudici amministrativi hanno accolto pienamente le tesi dei ricorrenti, difesi dagli avvocati Pino Ruta e Massimo Romano e, dunque, sospeso il provvedimento dell’ente molisano a cui è stato ordinato di procedere a riesaminare la decisione in ossequio alle disposizioni normative richiamate nel ricorso e condivise dal Tar, che prevedono un numero massimo di alunni superato il quale lo sdoppiamento è obbligatorio, tanto più in ragione della presenza di alunni con gravi disabilità tali da richiedere particolari attenzioni didattiche e di socializzazione che la pluriclasse non può garantire.
E’ una decisione ineccepibile che ripristina la legalità violata e risponde concretamente ad un bisogno scolastico e socio educativo degli alunni che è stato condiviso e sostenuto anche dal Comune di Colletorto – hanno dichiarato gli avvocati Ruta e Romano -, che ha dimostrato grande attenzione e sensibilità alle necessità della comunità in qualità di ente esponenziale dei suoi bisogni. A questo punto ci aspettiamo che l’Ufficio scolastico ottemperi al decisum cautelare senza ulteriore ritardo per evitare ulteriori pregiudizi agli alunni”.