myNews.iT - Per spazio Pubblicitario chiama il 393.5496623 Elezioni Amministrative Termoli 2024

Siamo conoscenza ormai da qualche giorno sul “SI” del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi al Premier Francese Nicolas Sarkozy sulla realizzazione delle 4 Centrali Nucleari in accordo siglato a Roma tra i due paesi. Ovviamente, e chissà perché, tra questi siti da scegliere figura papabile e nefasta ipotesi su Termoli, che potrebbe ospitare questa impianto nucleare. Questa scelta del Premier Berlusconi, invocando, che in Italia le centrali si faranno, va a tozzare fortemente contro una scelta democratica del popolo italiano che ventidue anni fa tramite Referendum si espresse bocciando l’introduzione delle stesse centrali nucleari in Italia.

Quindi è chiaro che, gli interessi, la padronanza e la mania di essere Diktat di Berlusconi và a calpestare la democrazia Italiana. La mia personale riflessione quale è ? Contrario ! Contrario per mille motivi, dandone punto per punto spiegazione: 1°- Perché ritengo che con tutte le misure di sicurezza volute dalla tecnologia sono sempre macchine e come si sa le macchine si rompono, se in questo caso succede i danni saranno devastanti per la popolazione, per l’ambiente nonché il territorio ( Come Cernobyl in Ucraina il 26 aprile del 1986).

2°- Perché, credo che il Molise non debba assolutamente ospitare centrali nucleari, in quanto una piccola regione come la nostra che è già invasa da produzioni malefiche quali: impianti chimici, centrali turbogas, numero sproporzionato di eolico, introduzione a breve di centrali termovalorizzatori e altro, per cui credo che l’inserimento di un impianto gigantesco su Termoli o in Molise porterebbe serie e croniche ripercussioni su tutto il territorio, popolazione e ambiente.

3°- Perché, proprio in Molise noi produciamo già più del nostro fabbisogno regionale, quindi non vedo la necessità di questa ulteriore produzione . 4°- Perché l’introduzione di un impianto del genere non porterebbe benefici riguardante assunzioni locali, in quanto questi tipi di centrali richiedono pochissimo personale, e la richiesta e solo su tecnici specializzati che provengono sicuramente dal nord.

5°- Perché dalle parole del ministro Scajola ci sono le intenzioni di voler impiantare le centrali entro e non oltre il 2020, siccome gli impianti di ultima generazione tecnologicamente avanzata ( gli EPR – european pressurized water reactor) non sono disponibili prima del 2030, cosi dovremmo utilizzare gli impianti di attuale generazione e quindi vuol dire minor sicurezza. Tenendo presente che le scorie di produzione di questi impianti attuali da adottare non sono smaltibili e pertanto dovranno essere solo ed esclusivamente stoccate. E dove?

6°-Proprio vero quando il 26/12/07 io feci un articolo su diversi quotidiani intitolandolo “ Molise Terre di Conquiste”, dove dicevo a chiare lettere che la nostra terra man mano che passa il tempo sarebbe stata svenduta alle industrie multinazionali che producono energia elettrica, invece di credere ed investire su altre fonti a noi percorribili quali: agricoltura,industria di filiera,turismo, commercio e artigianato. Allora bisogna pensare di non permetterci di essere sempre un popolo remissivo, basta ricordare che i nostri Sanniti non furono sconfitti dai Romani, perchè capaci forti e coraggiosi guerrieri, non cedettero il passo a nessuno.

Per concludere, personalmente credo che in Italia e soprattutto in Molise non dovranno essere introdotti impianti nucleari, sarò pronto immediatamente a far guerra contro questa filosofia scellerata Berlusconiana che prova invece ad introdurli forzatamente.

Cons. Prov.le
Carmine Perugini
Articolo precedenteMercato di via Inghilterra: la Procura ricorre in Cassazione
Articolo successivoUn trionfo giallorosso sul campo di Capriati al Volturno