TERMOLI _ Nella mattinata di ieri, alle ore 08.30 circa, perveniva presso la Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Termoli, al comando del C.F. (CP) Antonio SARTORATO, una segnalazione inerente la presenza di una persona di sesso femminile (60 anni, di nazionalità olandese) colta da grave malore mentre si trovava a bordo di una nave passeggeri di bandiera greca, in navigazione da Patrasso (Grecia) ad Ancona. L’unita’ si trovava in quel momento a circa 55 miglia ad est dal Porto di Termoli. Un medico presente a bordo aveva diagnosticato un ictus cerebrale con conseguente stato di coma, pertanto si rendeva necessaria la più rapida evacuazione medica presso un presidio ospedaliero.
A tal fine, sotto il coordinamento della Direzione Marittima di Pescara, imbarcava sulla motovedetta S.A.R. (Search and Rescue) CP885 presente nel Porto di Termoli personale sanitario del 118 nel numero di quattro unità, quindi la motovedetta mollava gli ormeggi ed andava incontro alla nave greca, che nel frattempo aveva cambiato rotta assumendo direzione Termoli. L’affiancamento tra le due unità avveniva a circa 3 miglia dalla costa molisana, l’infartuato veniva pertanto trasbordato sulla M/V CP885 e tenuto sotto controllo medico dal personale del 118. Alle ore 10.50 la M/V CP885 ormeggiava in banchina e l’infartuato, che aveva cominciato a prendere coscienza, veniva trasferito su di una ambulanza per il successivo trasporto in Ospedale.