myNews.iT - Per spazio Pubblicitario chiama il 393.5496623 Elezioni Amministrative Termoli 2024

Focus sulla legge 112 del 2016 “Dopo di Noi” a Palazzo Ducale a Larino.

LARINO – Nella sala Freda del Municipio si sono ritrovate famiglie, psicologi, assistenti sociali, diversamente abili per un convegno dedicato alla normativa che sancisce una serie di novità a sostegno della cura, benessere, autonomia e indipendenza dei diversamente abili. L’evento, voluto dal Comune di Larino, dalla Consulta delle disabilità del Municipio frentano, dall’Ambito Territoriale sociale frentano che coinvolge 14 comuni, dal Lions Club, ha avuto come obiettivo la sensibilizzazione dell’intera comunità del Basso Molise alle opportunità della legge del “Dopo di Noi”.
La conferenza ha visto la partecipazione del Comune frentano, di Graziella Vizzarri Presidente dell’Ambito sociale Territoriale larinese, di Arianna Altieri Presidente della Consulta delle disabilità del Municipio, di Pasquale Gioia del Lions club del paese, di Raffaella Petti del Lions Club di Campobasso e referente dell’Ufficio scolastico regionale per l’inclusione, dell’Assessore alle Politiche sociali della Regione Molise Gianluca Cefaratti, Alessandro Gentile direttore del Centro salute mentale di Termoli, Eloisa Arcano coordinatrice dell’Ambito territoriale sociale.
L’Assessore regionale Cefaratti annuncia risorse da parte del Ministero per 2 mln di euro e sottolinea l’approvazione di tutti i progetti presentati dagli ambiti per la promozione della cura e autonomia di tali persone. Inoltre, ha concordato con la necessità avanzata da Graziella Vizzarri, di costituire una rete tra enti e risposto positivamente all’istanza delle famiglie di attivare tavoli tematici sulla disabilità.

«Gli strumenti finanziari per la disabilità nel corso degli ultimi anni passati erano stati completamenti abbandonati dichiara Cefaratti -. Uno dei primi obiettivi che mi sono posto è stata la verifica delle risorse esistenti. Sul “Dopo di noi” ero già a conoscenza delle criticità mentre non conoscevo le opportunità economiche che già c’erano all’interno delle casse regionali. Abbiamo effettuato una ricognizione non solo sul “Dopo di Noi” e mi sono accorto che c’erano dei fondi che lo Stato aveva iniziato ad erogare alla Regione Molise già nel 2016 e 2017. La Regione Molise sui progetti del “Dopo di Noi” ha usato solo 340 mila euro in 7 anni perchè c’era un bando molto complesso per cui accedere alle misure era molto complicato. Dopo il confronto con gli ambiti, mi sono reso conto dei ritardi esistenti rispetto alla possibilità di assegnare risorse. E così si è riusciti a recuperare i fondi del 2016,’17 e ’18. Abbiamo trovato 559 mila euro e agito in maniera differente rispetto al passato, ovvero concordato di individuare un soggetto capofila che è Campobasso per la valutazione delle domande. In qualche settimana sono stati valutati positivamente tutti i progetti anche i due dell’Ambito territoriale sociale di Larino, finanziati e iniziato finalmente un percorso differente utilizzando le economie passate. Le altre risorse? Abbiamo una disponibilità da parte del Ministero tra il 2019 e 2023 pari a quasi 2 milioni di euro esclusivamente per il “Dopo di Noi“, risorse importanti per un territorio che ha bisogno di cooprogettare, cooprogrammare. Abbiamo snellito molto la burocrazia».

Intanto a Larino è pronta una struttura per l’esperienza dell’autonomia abitativa dei diversamente abili e sarà inaugurata a breve. Per il direttore del Centro salute mentale di Termoli Gentile che, con la struttura segue 2.300 persone:”Il Molise sta facendo di più rispetto ad altre realtà regionali”.

Per Gentile è importante ridurre all’osso la burocrazia e puntare su progetti che permettano a tali persone di calarsi appieno nella società e nelle tradizioni come ad esempio la carrese. “Seguire il percorso di allevamento degli animali della corsa dei carri trainati dai buoi – prosegue Gentile – è importante“.

L’attivazione di un tavolo anche virtuale permanente sulla disabilità proposto da famiglie del paese ha trovato favorevole l’Assessore regionale alle Politiche sociali Gianluca Cefaratti.

Articolo precedente“Dopo di Noi: il presente ed il futuro”. Convegno a Larino sull’assistenza alle persone con disabilità
Articolo successivoTermoli calcio, 2 a 1 sul Real Monterotondo
Antonella Salvatore
Giornalista professionista, Direttrice di myTermoli.iT e myNews.iT e collaboratrice AnSa