dilabbio1
Alessandro Di Labbio
ROMA – L’assessore provinciale Alessandro Di Labbio ha partecipato insieme al consigliere comunale di minoranza di Campomarino Vincenzo Cordisco, ad un incontro svoltosi a Roma presso il ministero degli Interni, dipartimento della Tutela dei diritti civili e l’Immigrazione, circa la situazione richiedenti asilo della Regione Molise, in particolar modo per quel che concerne la provincia di Campobasso ed il Comune costiero. L’evento, richiesto dagli amministratori molisani, si rendeva necessario per chiarire gli aspetti dell’attuale bando e di quelli futuri, insieme ai funzionari del ministero.

 
Sulla scorta della nota dell’assessore regionale Pietraroia e del bando di prima accoglienza vigente, Di Labbio e Cordisco hanno gettato le basi per le modifiche da attuare nei prossimi avvisi. Prime fra tutte, la quantificazione di un tetto massimo accoglibile per ogni Comune in proporzione al territorio ed ai residenti, nonché la riduzione nelle zone costiere e a vocazione turistica dell’afflusso dei richiedenti asilo. Dal Ministero hanno ritenuto valide le argomentazioni, rimandando le scelte al tavolo di coordinamento regionale.

Pertanto Cordisco e Di Labbio fanno appello all’assessore Pietraroia, al presidente Frattura ai fini di una convocazione di un tavolo in prefettura che vagli l’accoglimento di tali proposte nel prossimo bando. Il tutto evidenziando anche il numero crescente di migranti che sta approdando nell’area costiera di Campomarino e che seppur parzialmente rallentato dalle azioni già messe in campo, non eviterà che in futuro possano aversi numeri eccessivi di ospiti.