m5stelleTermoliTERMOLI – Il giorno 25 maggio  si è svolta a Termoli una conferenza stampa organizzata dall’ex sindaco di Termoli Remo di Giandomenico, dall’ex Colonnello dei carabinieri Maurizio Coppola, e dall’avv. Romanazzi, nella duplice veste di avvocato difensore ed ex imputato nell’inchiesta Black Hole, nel corso della quale i relatori hanno evidenziato – a loro dire- le criticità dell’inchiesta succitata, conclusasi dopo 12 anni, con sentenza di proscioglimento per non luogo a procedere e per intervenuta prescrizione per la maggior parte dei reati contestati. Nel corso della conferenza era presente anche l’onorevole Giovanardi,  politico  e persona nota alle cronache nazionali per le sue posizioni non proprio progressiste nei confronti degli omosessuali e per le sue  infamanti dichiarazioni  sul caso Cucchi e sul caso Aldovrandi, per il  quali è stato anche chiamato a rispondere dalla procura di Ferrara.

I giornali locali hanno anche  evidenziato la presenza del presidente del consiglio comunale Manuela Vigilante in qualità di sostituta del sindaco Angelo Sbrocca, che ha preso posto tra i relatori  e che  ha rivolto agli organizzatori un ringraziamento, a nome dell’amministrazione e  dell’onorevole Venitelli, per l’invito  ricevuto. Qual è  il senso di questo ringraziamento e di  questa presenza? Solidarietà agli organizzatori?  Tutela del buon nome della città di Termoli – a detta degli organizzatori- macchiato da questa inchiesta? Nel corso della conferenza stampa è stata inoltre aspramente criticato l’operato e la persona dell’allora Procuratore della repubblica Nicola Magrone.

Quindi, per la seconda volta in un mese, dopo la presenza del Sindaco alla fiaccolata di San Martino in Pensilis, il Comune di Termoli scende in campo per criticare la magistratura. Fatto gravissimo in quanto il proscioglimento di un imputato per intervenuta prescrizione non può essere paragonato ad una sentenza di non luogo a procedere, almeno ai fini della responsabilità politica. La “verginità” agli occhi della legge non esula dalle gravissime responsabilità politiche che l’inchiesta BLACK HOLE ha comunque evidenziato. Ancora una volta i cittadini di Termoli hanno dovuto assistere ad un comportamento anomalo della propria amministrazione comunale, che calpesta il senso stesso della divisione dei poteri dello Stato  e del rispetto per la magistratura. Come mai l’amministrazione comunale di Termoli ha ritenuto opportuno di prendere parte a questa conferenza stampa?

Movimento 5 Stelle Termoli