tribunalelLARINO – I chiarimenti chiesti dal giudice Capitelli del Tribunale di Larino all’ex consigliere comunale di centrosinistra di Termoli Ettore Fabrizio, hanno caratterizzato l’udienza conclusiva del rito abbreviato per la vicenda giudiziaziaria “Open Gates”, l’inchiesta che, nel 2010, portò alla luce un traffico di rifiuti provenienti da fuori regione e smaltiti illegalmente nel depuratore Coniv di Montenero di Bisaccia. Principale indagato dell’inchiesta della Procura di Larino, l’ex presidente del Nucleo industriale “Valle Biferno”, Antonio Del Torto.

 
Con lui furono coinvolti l’ex Presidente della Regione Molise Michele Iorio per la nomina dello stesso Del Torto a commissario straordinario del Cosib, funzionari della Regione Molise, della Provincia di Campobasso e dell’Arpa Molise, tecnici, imprenditori agricoli e coltivatori.

Il procedimento giudiziario fu diviso in tre tronconi diversi, di cui 2 rimasti a Larino ed il principale assegnato a Campobasso frentano ieri si è celebrato il filone dell’inchiesta legato all’accusa di concussione a carico di Antonio Del Torto, ritenuto responsabile di aver tentato di convincere l’allora consigliere di maggioranza Fabrizio a far cadere l’amministrazione comunale guidata all’epoca dal sindaco Vincenzo Greco in cambio della stipula di polizze assicurative. Fabrizio ha sottolineato al giudice di non aver ricevuto nessuna proposta del genere.