PETRELLA TIFERNIINA _ Domenica 14 agosto 2011 è stata una giornata importante per la comunità di Petrella Tifernina. Una manifestazione che ha visto la festa dell’emigrante, dedicata ai petrellesi nel mondo, che ha raggiunto il traguardo dei diceci anni, la consegna della benemerenza San Giorgio d’oro allo scienziato di origine petrellese Mauro Marinelli, e la presentazione del progetto “Con il Molise nel Cuore, alla presenza di autorità civili e militari locali, dell’Assessore Regionale all’Ambiente Salvatore Muccilli, e del presidente di Prima Commissione Regionale Antonino Molinaro. La manifestazione si è aperta con il saluto del sindaco Fulvio Di Lisio che ha affermato: ” La festa dell’emigrante è un modo tangibile per rimanere in contatto con i petrellesi nel mondo, perchè si sentano sempre figlio del loro paese natio e perchè mantengano vive le tradizioni. La manifestazione quest’anno ha una valenza ancora più importante perchè inserita nei festeggiamenti dell’ottocentenario della dedicazione della nostra chiesa a San Giorgio martire”.

La parola è passata alla d.ssa Cinzia Tamburrello, Consigliere delegata alla Cultura e Politiche sociali, che ha salutato la platea e gli ospiti con queste parole: ” Il traguardo dei dieci anni della festa dell’emigrante ha un avalenza importante, intanto testimonia la continuità di un evento nato con la passata amministrazione e noi vogliamo mantenere vivo, non dobbiamo attribuirgli un significato nostalgico, di rimembranza, ma un momento intenso di incontro, di conoscenza, di scambio interculturale, dove la comunità intera senta protagonista di un’unica appartenenza, dove si respira l’anima della collettività intera”. Sentito da tutti i presenti il momento della consegna del San Giorgio d’Oro, che ogni anno viene assegnato ad un petrellese che si è distinto e che ha operato in modo da rendere orgoglio a Petrella Tifernina. Il professor mauro Marinelli, nel 2007 ha ricevuto il prestigioso premio Linceo per la fisica. Il suo nome è legato alla creazione del “Suscettometro”, strumento che rivoluziona l’approccio terapeutico nei pazienti thalassemici. L’innovativa apparecchiatura, nel dettaglio, individua in modo non invasivo l’accumulo di ferro nel fegato nei pazienti affetti da thalassemia.Nel 2010 riceve il premio Alintec Inventionper l’invenzione del M.I.D. o biosuscettometro per le biopsie non invasive per la misura dell’ eccesso di ferro nel fegato.

Il 14 agosto 2011 Petrella Tifernina gli attribuisce la benemerenza, premio dal valore affettivo, sia per i risultati scientifici ottenuti che per la modestia ed umiltà ad un suo figlio; il professor Marinelli, emozionato, ringrazia affermando: ” Io ringrazio l’Amministrazione e la comunità di Petrella, non so se me lo merito questo premio, ma sicuramente ha una valenza affettiva che mi riempie di orgoglio. Sono partito nel 1960, ma ogni volta che ho potuto sono tornato, e non mi sono mai sentito foresterio”. Dopo la benemerenza si è passati alla presentazione del progetto ” Con il Molise nel cuore”. “Tanti i molisani all’estero, ancor più quelli che hanno “nel cuore” la loro regione. Questo il principale motivo che ha spinto Lino D’Ambrosio a proporre e portare avanti il progetto “Con il Molise nel cuore”, una convenzione con la Compagnia di bandiera Alitalia e Trenitalia, per favorire e sostenere il rientro dei molisani fuori dal Molise attraverso un programma a 360° che investe sulle peculiarità esistenti per valorizzarne le peculiarità puntando sul turismo di ritorno.

L’Assessore regionale Salvatore Muccilli dichiara: ” Sono grato per questo invito, ho potuto conoscere il professor Marinelli e gioire con la comunità di Petrella Tifernina. Proprio in questi giorni una manovra di governo vorrebbe sopprimere alcune Province e Comuni a bassa densità, ma oggi ho avuto la prova tangibile di quanto valore, storia, arte ci sia nei paesi molisani. La Regione ha già subito tagli, dobbiamo risparmiare ma non cancellare la storia dei nostri comuni. Devo fare un plauso a Petrella che da dieci anni riesce a mantenere vivo il contatto con i petrellesi, ma anche molisani nel mondo”. Anche il presidente di prima commissione regionale Antonino Molinaro ha rivolto un saluto alla comunità petrellese : ” Mi complimento con tutti voi, di solito si parla di associazioni di molisani all’estero, trovare oggi a Petrella un’associazione che si rivolge ai petrellesi e molisani nel mondo è stata una sorpresa. Plaudo anch’io, intanto alla benemerenza che oggi avete assegnato al professor Marinelli, ma anche alle iniziative che questo paese e l’Amministrazione comunale sta portando avanti”.