Video intervista ad Antonio Di Brino.La maggioranza ha bocciato la mozione della minoranza sul trasferimento dei box ittici in quanto era superata. Giuditta Udeur: “Il problema è risolto per cui era stato chiesto il ritiro della mozione”.

TERMOLI _ Bocciate dal consiglio comunale di Termoli, in seconda seduta, le mozioni presentate dalla minoranza inerenti il ritiro del provvedimento sullo sgombero delle fioriere in città e sul trasferimetno dei box ittici dall’area portuale a ridosso delle antiche mura del Centro storico di Termoli. Per quanto riguarda la vicenda della ghiaccia, il capogruppo Udeur Antonio Giuditta sembra abbia chiesto il ritiro della mozione alla minoranza vista la soluzione del problema e che quest’ultima avesse rifiutato per tale motivo, hanno dichiarato oggi gli esponenti del centro sinistra, la mozione non è passata in Consiglio con 12 voti contrari e 10 favolrevoli (7 opposizione e 3 di maggioranza: Coscia, Colella e Paparella).

Nel corso dell’assemblea non è mancato un violento alterco tra il Consigliere di centro destra Francesco Roberti ed i due esponenti di centro sinistra Giuditta e Di Francia sfociato in accuse personali.

Superato il momento di forte tensione, il Consiglio è proseguito con la disussione delle interrogazioni inerenti l’assegnazione di distintivi ad agenti dlla Polizia municipale ed all’uso dell’auto di servizio dei Vigili da parte del Responsabile della Polizia municipale Rocco Giacintucci. Entrambe le interrogazioni sono state presentate dai consiglieri di opposizione con primo firmatario l’ex sindaco di Termoli Alberto Montano. Il Presidente del Consiglio Rocchia ha letto la risposta scritta sulla vicenda dei distintivi ad alcuni vigili ma sembra che la questione potrebbe approdare anche in altre “aule”. Alla seconda ha risposto lo stesso Giacintucci il quale si è giustificato sottolineando la necessità per il suo ruolo e l’attività di controllo di girare con l’auto dei Vigili. 

Ritirata la mozione del Consigliere Coscia sull’intitolazione di una zona locale a Piazza Tienanem e rinviata un’altra mozione del Consigliere Aufiero, oggi assente. La seconda seduta dell’assemblea si è conclusa intorno alle 12.30 di oggi.

 {youtubejw width=”300″ height=”245″}http://www.youtube.com/watch?v=BBlIqy_ZIjI{/youtubejw}

La seduta di ieri, invece, è stata dominata dalla discussione del trasferimento della biblioteca comunale dai locali di “Palazzo Macrellino” dove si trova attualmente al primo piano della scuola elementare “Principe di Piemonte”. Il trasloco della biblioteca comunale era stato deciso a seguito della vicenda legata ai pilastri lesionati dello stabile sgomberato per diverse settimane la scorsa primavera.

Le mamme degli alunni della elementare hanno affollato la sala consiliare del Comune dichiarando la loro contrarietà al trasferimento della biblioteca e contestando apertamente Sindaco e Giunta tanto da far anche “volare” annunci di querele dopo un durissimo “faccia a faccia”. L’assemblea consiliare è proseguita con la votazione che ha visto 11 voti favorevoli al trasferimento ed 11 contrari. Dunque il “match” giocato questa mattina si è concluso con un pareggio. Subito dopo la minoranza è uscita dalla sala consiliare facendo cadere il numero legale.