Larino Centro
Larino

LARINO – “L’amministrazione comunale porta a conoscenza la cittadinanza di quanto avvenuto in questi giorni in merito alla questione Coronavirus che vede coinvolto un dipendente comunale.

  1. Il giorno lunedì 2 marzo il dipendente si è recato presso la Casa Comunale per svolgere la propria attività, dopo aver trascorso dei giorni di vacanza dal 22 al 29 febbraio in Trentino.
  2. Al suo rientro il dipendente è entrato in contatto con il Sindaco e i 4 Assessori, con il Presidente del Consiglio e con il responsabile del servizio Urbanistica e Ambiente
  3. Il giorno successivo, martedì 3 marzo, il dipendente si è recato presso il Comune di Ururi, ragion per cui non è stato presente a Larino.
  4. Nella giornata di mercoledì 4 marzo ha comunicato di non potersi recare a Larino, in quanto febbricitante. Nella stessa giornata, il Sindaco veniva a conoscenza del fatto che una persona recatasi in vacanza in Trentino risultava positiva al tampone eseguito per Coronavirus.
  5. Il Sindaco, dopo aver appreso tale notizia, ha immediatamente telefonato al dipendente per accertarsi se la persona risultata positiva fosse stata in vacanza insieme al lui.
  6. Il dipendente comunale confermava al Sindaco che quella persona aveva alloggiato nel suo stesso hotel in Trentino e, pertanto, in base al protocollo di prevenzione previsto per il Coronavirus risultava essere in quarantena.
  7. Il dipendente comunale si sottoponeva al più presto al tampone faringeo per verificare se anch’egli fosse positivo.
  8. Il Sindaco chiedeva al dipendente quali fossero le persone con le quali era entrato in contatto in data 2 Marzo, persone che il Sindaco ha immediatamente informato concordando con loro, nelle more dell’esito del tampone, di isolarsi e non recarsi in comune in via precauzionale. Ragion per cui le suddette persone non si sono più recate in Comune da giovedì, prima ancora di sapere l’esito del tampone faringeo.
  9. Allo stesso tempo, al fine di evitare allarmismi, si è deciso di non divulgare informazioni fin quando non si avevano notizie ufficiali. 
  10. Nel tardo pomeriggio di ieri si è venuti a conoscenza della positività del dipendente e, così come previsto dal protocollo, le sette persone entrate in contatto con dipendente (Sindaco, 4 Assessori, il Presidente del Consiglio e il responsabile del servizio Urbanistica e Ambiente) sono entrate in quarantena, cioè dovranno rimanere isolate per 14 giorni, ovvero fino al giorno 16 marzo (si considera come primo giorno quello in cui si è avuto il contatto con la persona risultata positiva, ovvero il 2 marzo).
  11. In via precauzionale sono entrate in quarantena anche due addette alle pulizie del Palazzo Ducale.

Il contagiato, non essendo residente nel comune di Larino, non è da considerarsi come primo caso di Coronavirus della comunità. Si comunica, inoltre, che si svolgerà nel pomeriggio di oggi l’opera di sanificazione della casa comunale, dei locali dell’ex Carcere e della Palestra Comunale di Via Santa Chiara.

Si invitano infine i cittadini a far riferimento esclusivamente agli organi preposti ignorando fonti non ufficiali“.

Comune di Larino