CarabinieriTermoliSedeTERMOLI – Nella mattinata di sabato, nell’ambito degli ormai consolidati servizi preventivi di controllo del territorio, la Compagnia Carabinieri di Termoli ha organizzato un servizio a “largo raggio”, volto alla prevenzione e repressione dei reati predatori, con il concentramento in via prioritaria nell’abitato di Termoli – in occasione della fiera mensile – e di San Giacomo degli Schiavoni.
Numerosi i controlli effettuati con attuazione di vari posti di blocco lungo le principali arterie stradali dei due comuni della costa dei delfini. 

Nel corso dei controlli, sono state effettuate anche alcune perquisizioni, due delle quali domiciliari. Proprio nel corso di queste ultime è stato rinvenuto un ingente quantitativo di merce di ogni genere, trafugata nel recente passato in danno di abitazioni private ed esercizi commerciali sedenti nei comuni del basso Molise.
Al termine dell’attività espletata dai Carabinieri del Comando Stazione di Termoli, coordinati da quel Comandante, tre giovani residenti sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria di Larino, cui dovranno rispondere a vario titolo di ricettazione.

La refurtiva rinvenuta – del valore commerciale di circa 30mila euro – è di varia tipologia, da arnesi da potatura, attrezzi da ferramenta, materiali da imballaggio, motoseghe, tosaerba, generatori di corrente, strumenti musicali, biciclette e generi alimentari vai.

Il Comando Stazione di Termoli, a seguito di attività info-investigativa è riuscita ad individuare – nell’immediato – alcuni proprietari dei beni rinvenuti e posti sotto sequestro, per la merce rimanente, invece, si invitano sin da ora, coloro che sono stati vittima di furto, a recarsi negli uffici della Stazione di Via Brasile, in orario compreso tra le 10:00 e le 12:00 dei giorni dal lunedì al venerdì, per procedere al riconoscimento di quanto rinvenuto.

Un 39enne di Termoli, invece, a seguito di controllo alla circolazione stradale ed accertamento etilometrico, cui lo sottoponevano i Carabinieri della Sezione Radiomobile, veniva trovato con un tasso alcolemico nel sangue di 0,60 g/l. Immediata è scattata la sanzione amministrativa di 725,00 euro e la conseguente segnalazione all’Autorità Prefettizia per i provvedimenti relativi al documento di guida, già ritirato.

L’attività di prevenzione ha prodotto ottimi risultati e favorevole riscontro della cittadinanza. I veicoli controllati sono stati 87 e le persone identificate 92.
I controlli disposti dal Comandante della Compagnia Carabinieri proseguiranno nel corso della settimana e saranno intensificati per le imminenti festività pasquali, volti – come di consueto – alla prevenzione di reati predatori e contro il patrimonio sia pubblico che privato.