DepuratoreBandieraTERMOLI  – Le ormai note vicende riguardanti le gravi condizioni del depuratore del porto e i dati di balneabilità registrati nella stagione balneare 2015 che mostrano come in alcuni tratti del litorale termolese, anche sul lungomare Nord, la qualità delle acque non risulti eccellente, ci hanno obbligato quest’anno ad effettuare delle verifiche riguardanti l’assegnazione della Bandiera Blu 2016 a Termoli. Questo perché, come indicato nella procedura per l’assegnazione della Bandiera Blu: “La qualità delle acque di balneazione è un criterio imperativo: “solo le località, le cui acque sono risultate eccellenti nella stagione precedente possono presentare la candidatura. È per tale motivo che per poter procedere nella valutazione, tutte le analisi devono rientrare negli standard FEE (Escherichia coli <250/100 UFC/ml; enterococchi intestinali <100/100 UFC/ml), ottenendo in tal caso un punteggio pari a 10.”

 
Come ormai da prassi abbiamo dovuto insistere e recarci più volte presso il servizio comunale preposto per ottenere il carteggio che l’Amministrazione di Termoli ha trasmesso alla Fee e come se non bastasse è stato necessario presentare un sollecito poiché in prima battuta erano stati omessi la maggior parte dei documenti inerenti il fascicolo. Innanzitutto ci preme confermare che nonostante il Comune di Termoli abbia proposto come spiagge candidate sia il Lungomare Nord “Spiaggia Sant’Antonio” sia il Lungomare Sud “Spiaggia Rio Vivo”, solo la prima, come indicato sul sito www.feeitalia.org e confermato telefonicamente, ha ottenuto la Bandiera Blu 2016. Un Errore? Noi purtroppo crediamo di no perché se è vero, come lo è, che per ottenere la Bandiera Blu le acque di balneazione devono risultare eccellenti è sufficiente consultare la Delibera di Giunta Regionale n. 113 del 23.03.2016 Link per scoprire come sul Lungomare Sud “Spiaggia Rio Vivo”, a cause della presenza di diversi corsi d’acqua che sfociano in mare, vi sono numerosi tratti di spiaggia in cui le acque, nel quadriennio 2012-2015, sono risultate solo buone o addirittura sufficienti.

Tale criticità si presenta purtroppo anche su alcuni tratti di spiaggia del Lungomare Nord, ovvero in prossimità della foce del Torrente Sinarca, dove la classe di qualità delle acque di balneazione, sempre nel quadriennio 2012-2015, è risultata sufficiente. Detto ciò ci chiediamo se anche per quei tratti di spiaggia la Bandiera Blu 2016 sia stata assegnata considerando che l’Amministrazione Comunale di Termoli fino ad oggi ha sempre lasciato intendere che il prestigioso vessillo fosse stato assegnato a tutto il litorale comunale, Lungomare Nord e Lungomare Sud. E che dire del depuratore del porto? Ormai è noto, grazie alle denunce continue del Movimento 5 Stelle, che il depuratore del porto è mal funzionante e non efficiente in quanto, così come rilevato da ARPA Molise nel febbraio 2016 Link, i reflui che vengono immessi nel mare Adriatico non rispettano i limiti tabellari previsti dal D.Lgs. 152/2006 oltre al fatto che la condotta di scarico è danneggiata a tal punto da provocare sversamenti di effluenti MALDEPURATI in prossimità della costa e ad oggi non è stata ancora riparata.

Oltretutto si è appreso di recente come la Procura della Repubblica di Larino abbia notificato un avviso di garanzia a carico dell’amministratore della Crea gestioni srl con l’ipotesi di reato di danno ambientale. Possibile che le gravi condizioni del depuratore, non influiscano sull’assegnazione della Bandiera Blu 2016? L’Amministrazione comunale ha trasmesso queste informazioni alla Fee? Noi crediamo di no e per tale ragione abbiamo trasmesso una richiesta di chiarimenti direttamente alla Fee per conoscere e far sapere ai cittadini di Termoli in maniera inequivocabile, a differenza di quanto fatto dall’amministrazione Sbrocca, quali siano realmente i tratti di spiaggia assegnatari della Bandiera Blu 2016 e se i noti problemi del depuratore, ammesso che siano stati comunicati alla Fee, possano in qualche modo pregiudicarne il possesso. La richiesta di chiarimenti con l’indicazione di tutte le nostre perplessità è consultabile sul nostro sito ed è stata trasmessa per conoscenza anche al Sindaco Sbrocca e al Dirigente del Servizio Cultura Turismo e Sport, Dott. Vecchiarelli, tante volte ritenessero opportuno di riferire ai cittadini in merito.

Movimento 5 Stelle Termoli

1 commento

  1. termolese
    Ma allora , la situazione è grave , si ipotizza da parte della Procura di Larino reato di danno ambientale. Perchè i NAS non intervengono anche in Comune, non solo in Ospedale, per chiarire se il depuratore funziona bene o è insufficiente , perchè se è malfunzionante e non è efficiente la spiaggia con il mare prospiciente non può essere balneabile.

Comments are closed.