AnnunciazioneMontorioMONTORIO nei Frentani – Oggi vi racconto una storia interessante e inaspettata. Non solo il Molise esiste ed è una regione meravigliosa, ma è anche il custode di un tesoro prezioso, un capolavoro unico nel suo genere, di elevato valore, patrimonio dell’arte europea, conservato nella piccola Montorio nei Frentani, comune molisano di 477 abitanti.

Si tratta della pala d’altare raffigurante l’ Annunciazione, dipinta dall’artista Teodoro D’Errico nel tardo ‘500 e custodita nella Chiesa Santa Maria Assunta. L’ opera è sempre stata nel paesino, ma gli abitanti ignoravano il suo elevato valore fino all’arrivo in paese, l’anno scorso, del noto critico d’arte Vittorio Sgarbi. Grazie all’aiuto dell’architetto Franco Valente, il dipinto è stato selezionato per l’ Expo 2015 di Milano, protagonista insieme ad altre 300 opere d’arte italiane.

 
Non si tratta di un quadro qualsiasi, poiché è contraddistinto dalle altre opere della medesima epoca per due peculiarità: la presenza di un angelo che vola (nelle opere precedenti al 1500 gli angeli sono sempre stati raffigurati fermi) e la raffigurazione di un vaso con tre gigli (uno chiuso, uno mezzo aperto e l’altro aperto) che alludono alla purezza della Madonna prima, durante e dopo il parto.

L’Annunciazione porterà alto il nome della nostra Regione e farà onore al comune di Montorio. L’opera sarà esposta nel padiglione della Cultura all’ Expo dal 22 maggio al 31 ottobre 2015. Grazie a questo gioiello, insieme a tante altre bellezze della nostra regione, anche il Molise può gridare la sua voce al mondo intero, può essere promosso culturalmente in una vetrina mondiale quale Expo.

E così, che varcando i confini locali e politici, la piccola Montorio nei Frentani da realtà sconosciuta diventa mondiale